Contenuto principale

autofocus 908368 640Il 6 novembre 2018, la Cina è stata sottoposta alla sua terza Revisione Periodica Universale (RPU) alle Nazioni Unite di Ginevra. L’atto finale è previsto a giorni, quando una troika composta da Ungheria, Kenya e Arabia Saudita scriverà il rapporto conclusivo. Ora, l’Ungheria è già una parte importante della “Belt and Road Initiative” in Europa, un continente in cui solo pochi Paesi hanno già aderito. Il Kenya dipende economicamente dalla Cina, in un contesto geopolitico africano in cui Pechino è, per non dire altro, molto attiva.

Ma è l’Arabia Saudita che può fare davvero la differenza. Primo, perché è il Paese trainante della troika; secondo, per via dell’inversione di marcia che il principe ereditario Mohammed bin Salman bin Abdulaziz Al Saud ha recentemente imboccato in direzione di Pechino.

Bitter Winter - Ombre sull’imminente Revisione periodica universale della Cina