Contenuto principale

black and white 2225385 640Sono 49 i morti e 39 i feriti in Nuova Zelanda in seguito alle sparatorie avvenute oggi in due moschee della città di Christchurch. Quattro persone sono state fermate: tra loro il 28enne australiano che ha rivendicato la strage con motivazioni anti-immigrati. Le altre tre persone, due uomini e una donna, erano in possesso di armi da fuoco vicino al luogo della strage ma almeno una di loro, secondo gli inquirenti, «potrebbe non avere nulla a che fare». La premier Jacinda Ardern ha parlato di «attacco terroristico» e di «uno dei giorni più bui» per il Paese.

Almeno 7 persone sono state uccise nella moschea di Linwood e altre 41 nella moschea di Al Noor sulla Deans Avenue, vicino ad Hagley Park. La 49esima vittima è morta in ospedale. La polizia ha recuperato «diverse armi da fuoco» in entrambe le moschee attaccate, il capo della polizia ha confermato che si è trattato di «un attacco molto ben pianificato».

Avvenire - Nuova Zelanda. Strage in due moschee, 49 morti. Chi è il killer

Solidarietà e profonda vicinanza a tutti membri della comunità musulmana in Nuova Zelanda. È quanto viene espresso in un comunicato dai vescovi cattolici del Paese mentre ancora giungono notizie del terribile attacco contro due moschee di Christchurch, in Nuova Zelanda, durante le preghiere del venerdì. L’assalto è avvenuto verso le ore 15 (le 3 di notte in Italia) ed è stato filmato in diretta Facebook da uno degli assalitori. I morti sarebbero almeno una quarantina, stando a quanto confermato dalla premier, ma il bilancio delle vittime potrebbe aumentare come anche il numero dei feriti. Quattro persone sono state tratte in arresto, tre uomini e una donna.

SIR Servizio Informazione Religiosa - Strage in moschee Nuova Zelanda: vescovi cattolici, “siamo inorriditi” per attentato “in un luogo e in un momento di preghiera”

Erano le 13.40 in Nuova Zelanda, 1.40 di notte in Italia quando un comando di 4 persone ha fatto irruzione in due moschee nella città neozelandese di Christchurch, uccidendo al momento 49 persone prima di venire arrestate.

Stanno giungendo in queste ore fra gli altri anche i messaggi di solidarietà di chiese e organismi ecclesiastici di tutto il mondo per questo nuovo tremendo atto di violenza e razzismo.

Riforma - Strage in Nuova Zelanda, lo sgomento delle chiese